Stanchi di aspettare! #Approvatela!

Il 15 aprile 2013 consegneremo al Parlamento le oltre 50mila firme raccolte per un

REDDITO MINIMO GARANTITO

 

La campagna per un Reddito minimo Garantito, iniziata a giugno 2012 ha raccolto oltre 50mila firme in tutta Italia, ma dal dicembre 2012 questo Paese non ha ancora un governo politico a cui riferire una istanza come questa.

Ora non possiamo più aspettare!

Non possiamo aspettare i dieci saggi, l’elezione di un nuovo Capo dello Stato, un eventuale altro scioglimento delle camere, altre consultazioni, forse altre elezioni e poi chissà cosa altro ancora!

Dunque siamo stanchi di aspettare e per il rispetto dovuto agli oltre 50mila cittadini e cittadine che hanno firmato, alle 170 associazioni che hanno partecipato, ai milioni di precari e disoccupati che non hanno la garanzia di un reddito minimo, abbiamo deciso che una delegazione rappresentativa della pluralità dei promotori della proposta di legge di iniziativa popolare consegnerà le 50mila firme per l’istituzione del reddito minimo garantito.

Chiediamo sin da ora che la Presidenza della Camera faccia tutto il possibile affinché si avvii un percorso urgente cosi che la proposta di legge sia presa al più presto in considerazione, favorendo la dove possibile una commissione di lavoro ad hoc che studi e approvi questa proposta, aprendo la strada anche a una nuova prassi per cui le proposte di iniziativa popolare siano discusse e valorizzate.

Chiediamo inoltre ai parlamentari di accogliere ed incontrare la delegazione che porterà le 50mila firme il 15 aprile 2013 a Roma dalle ore 12.00 sotto Montecitorio.

Invitiamo per la stessa ora i giornalisti per una conferenza stampa che terremo sotto Montecitorio.

Per tutte le eventuali informazioni in merito alla proposta di legge e alla campagna redditominimogarantito@sxmail.it

La delegazione che presenterà le firme sarà cosi composta:

Tilt – Maria Pia Pizzolante

Comitato per il reddito Liguria – Pier Giorgio Grossi

Precariamente – Valentina Greco

BIN Italia – Luca Santini

European Alternatives – Alessandro Valera

Quinto Stato – Giuseppe Allegri

CILAP EAPN – Nicoletta Teodosi

Diversamente Occupate – Teresa Di Martino

Progetto Diritti – Arturo Salerni

Associazione Ulisse Andria – Vito Ballarino

Lucania World – Michele Tricarico

Comitato per il reddito Trieste – Julia Filingeri

daSud – Cinzia Paolillo

Leoncavallo – Alessandro Rozza

Assemblea Libertà è Partecipazione Prato – Diego Blasi

Associazione Atdal Over 40 – Stefano Giusti

Teatro Valle

Altramente – Dario Mavilia

Comitato Reddito minimo garantito Basilicata – Nicola Magnella

Comitato reddito garantito Napoli Nord – Peppe Vibrato

Partito democratico di Genova

Direttivo Fp Cgil Belluno – Alberto Domenichini

Sindaco di Rieti – Simone Petrangeli

Sindaco di Cagliari – Massimo Zedda

Consigliere regionale Abruzzo – Maurizio Acerbo

Forum Donne Rifondazione Comunista – Eleonora Forenza

Sinistra Ecologia Libertà – Marco Furfaro

Giovani Comunisti – Anna Belligero

Rifondazione Comunista – Antonio Ferraro

 

#Approvatela!

Oltre 50mila persone l’hanno già fatto!

 

Lettera aperta alle elette e agli eletti per l’introduzione di un reddito minimo garantito

L’ultima tornata elettorale ha segnato una discontinuità forse storica nella vita politica del nostro Paese, foriera di sommovimenti di cui si fa ancora fatica a soppesare gli effetti. Ciò che invece, purtroppo, le elezioni in quanto tali non hanno potuto mutare è la condizione di profonda crisi in cui tuttora versa la società italiana. Gli ultimi rilevamenti dell’Istat ci hanno restituito ancora una volta un’immagine drammatica: sono 2,8 milioni le lavoratrici e i lavoratori precari, la disoccupazione è prossima ormai alla soglia inaudita del 12%, con punte che sfiorano il 40% tra le e i più giovani; in breve, la sussistenza stessa di milioni di persone è messa a repentaglio dalla spirale crisi-austerità. Siamo convinte e convinti che il prossimo Parlamento, quali che siano gli equilibri politici dei mesi a venire, non possa esimersi dall’intervenire per mettere argine a questa spirale discendente nella condizione di milioni di persone. Pensiamo che le elette e gli eletti alla Camera e al Senato non possano non avviare un dibattito e un processo legislativo affinché si giunga finalmente anche in Italia alla predisposizione, proprio contro la crisi e anche in chiave anticiclica e antirecessiva, di un meccanismo a garanzia del reddito di tutti le e i residenti. Chiediamo cioè che nei prossimi mesi si ci concentri sulla drammatiche condizioni materiali della vita delle persone e sulla necessità e l’urgenza di risposte immediate  in questo senso.

Nel corso della campagna elettorale si è molto parlato, pur con diverse inclinazioni, di reddito minimo garantito. Con formule diversificate molte forze politiche  attualmente in Parlamento hanno fatto riferimento ora al “reddito di cittadinanza”, ora al “reddito di sostentamento minimo”, ora al “salario minimo” e via dicendo. Molto meno si è parlato però di una  straordinaria mobilitazione che da giugno a dicembre ha visto l’adesione di 170 associazioni e diverse soggettività sociali e politiche, con oltre 200 iniziative pubbliche e oltre 50.000 firme raccolte, per l’istituzione di un reddito minimo garantito anche nel nostro Paese (si veda il sito internet www.redditogarantito.it). La campagna di raccolta firme è stata promossa e condotta a termine con successo proprio per  giungere alla presentazione di un disegno di legge di iniziativa popolare per l’introduzione del reddito minimo garantito.

La proposta  di legge, modellata sugli schemi di tutela del reddito presenti nella maggior parte dei Paesi europei e rispettosa delle indicazioni in materia del Parlamento europeo, prevede un sostegno ai soggetti disoccupati, precariamente occupati o in cerca di prima occupazione pari a 600 euro mensili, oltre integrazioni in beni e servizi a carico delle Regioni. Al beneficiario del reddito minimo garantito saranno proposte eventuali offerte di impiego, purché le stesse siano effettivamente compatibili con la carriera lavorativa pregressa del soggetto e con le competenze, formali o informali, in suo possesso. Sono infine previste delle deleghe al Governo per la fissazione di un salario minimo orario e per il riordino degli ammortizzatori sociali e  della spesa assistenziale in genere, allo scopo di rendere l’insieme del welfare italiano  coerente con la nuova misura di garanzia dei minimi vitali. Saremo nei giorni immediatamente successivi all’insediamento delle Presidenze delle Camere presso gli uffici di Presidenza del Parlamento per consegnare formalmente le firme e il disegno di legge. Si tratta di un progetto attentamente studiato, sostenibile sul piano finanziario, discusso in decine e decine di assemblee pubbliche e che ha già trovato il consenso di associazioni ed elettori. Vogliamo che in Italia come nel resto d’Europa vi sia un reddito minimo garantito. Vogliamo che si discuta di una proposta nata dalla mobilitazione sociale: per questa ragione vogliamo che vi sia un vincolo di discussione per le proposte di legge di iniziativa popolare e l’audizione permanente dei soggetti proponenti.

Chiediamo ora alle e agli eletti un impegno in favore  delle cittadine e dei cittadinichiediamo che da parte dei e delle neoparlamentari via sia sin da ora una presa di parola pubblica che sostenga la proposta di legge o che sostenga la necessità dell’introduzione di un diritto al reddito, chiediamo che sia adottata con urgenza questa misura di contrasto alla crisi, chiediamo che sia al più presto avviata la discussione del disegno di legge di iniziativa popolare e che si giunga dunque finalmente anche in Italia all’introduzione di una misura di reddito minimo garantito.

Da troppo tempo l’Italia aspetta risposte e forme di regolamentazione nuove, adatte a fornire tutela al cittadino nell’epoca della crisi e della così detta “produzione flessibile”. Da troppo tempo il nostro Paese attende che vengano corrette le drammatiche carenze di un sistema di protezione sociale incapace di offrire tutele adeguate ai soggetti più esposti ai rischi di esclusione sociale, giovani, donne e lavoratrici e lavoratori precari primi fra tutti. Il tempo dell’azione è ora!

www.redditogarantito.it

redditominimogarantito@sxmail.i

Dopo la “settimana per il reddito” si continua a firmare in tutta Italia per il reddito minimo garantito.

Con oltre 70 iniziative in tutta Italia si è caratterizzata la “settimana per il reddito garantito”. 7 giorni dal 15 al 21 ottobre in cui dal sud al nord del paese si sono organizzati dibattiti, presentazioni di libri, incontri, flashmob, approfondimenti, banchetti per la raccolta firme, cene sociali, azioni comunicative e tante altre idee che hanno dato vita ad una fantastica mobilitazione in forma autonoma ed indipendente (http://www.redditogarantito.it/settimana-rmg-appuntamenti/). A tal proposito vi consigliamo di fare un giro sul web per cercare le tantissime foto che riprendono i tanti momenti di questa “settimana” perché tantissime iniziative non sono neanche contate tra le 70 che abbiamo raccolto!

La “settimana per il reddito garantito” è stata un’idea promossa per dare ancora più forza ed energia alla campagna per la proposta di legge popolare per un reddito minimo garantito in Italia. La risposta è stata un urlo che ha attraversato l’Italia e che ha saputo portare per le strade, le piazze, i mercati, i luoghi di socialità come mai prima d’ora, il tema del diritto ad un reddito garantito. Una presa di parola forte che sta caratterizzando questa campagna popolare per un nuovo diritto sociale e che nel raccogliere le firme ha trovato una pratica vecchia come il tempo ma necessaria come non mai: parlare tra le persone di un nuovo diritto come il reddito garantito. Ed è questa già una grande vittoria per tutti coloro che si sono e si stanno mobilitando per far si che la raccolta firme arrivi al fatidico obiettivo delle 50mila. Una vittoria per tutti coloro che si sono mobilitati e che hanno saputo portare un tema cosi importante ed urgente per il nostro paese tra le strade delle città, confrontandosi con chi non era d’accordo, simpatizzando e trovando nuove energie per coloro che dicevano “finalmente!”, guardando con curiosità ed attenzione coloro i quali spiegavano quanto “sarebbe necessario” un reddito garantito e di quanto la crisi morde la vita delle persone. “Sono una pensionata, mio figlio è disoccupato e mia nipote precaria, non posso lasciare nessuna eredità, ma metto la firma per il reddito garantito, cosi lascio loro un diritto nuovo!” In questa frase, raccolta al banchetto per le firme a Roma nel popolare quartiere di Casalbruciato, c’è la sintesi che racconta meglio a quante persone questa campagna ha parlato e sta parlando. Per questo non dobbiamo smettere, anzi dobbiamo rilanciare.

Dalla metà di giugno ad oggi sono state centinaia le iniziative promosse in tutta Italia ed ancora altre sono in procinto di essere realizzate (http://www.redditogarantito.it/#!/dove-firmare) e tanti i luoghi fissi dove poter firmare. Ad oggi sono 106 le adesioni collettive di associazioni, reti e movimenti, e in molti continuano ad aderire; 66 le adesioni di partiti e sedi sindacali, più di 40 le adesioni a firma singola di personalità della cultura, della politica, della società civile  tra le quali proprio nei giorni della “settimana per il reddito” quella di Stefano Rodotà che in una nota dice di aderire alla campagna per un reddito minimo garantito perché “ un tassello essenziale nella costruzione di una agenda politica ne reticente ne demagogica (http://www.redditogarantito.it/#!/adesioni).
Di fronte a noi abbiamo ancora qualche settimana per raccogliere le firme per il reddito minimo garantito ed è necessario dare continuità a questa straordinaria esperienza fino alla chiusura della campagna che sarà i primi di dicembre prossimo.
Non ce la sentiamo di dire “un ultimo sforzo ” ma al contrario crediamo che di questa esperienza possiamo e vogliamo dire: “sarà un piacere”! Perché la campagna non finirà con la consegna delle fatidiche 50mila firme, ma sarà importante continuare con quella pratica usata in questi mesi: parlare nelle strade, nelle piazze, nei luoghi di socialità con le persone, i precari/le precarie, le donne, gli uomini, i giovani, i disoccupati. Starà nel comunicare la necessità di questo diritto e la potenzialità che il reddito garantito potrà determinare per la vita delle persone, permettendo a coloro che vivono in questo paese di riappropriarsi di un nuovo tempo di vita.

Dunque avanti fino alle 50mila firme. Se saranno di più, avremo ancora più ragioni da urlare!

 

Dal 15 al 21 ottobre…una settimana per il reddito garantito!

Nel giugno scorso un’ampia coalizione di associazioni, reti sociali, partiti, movimenti, comitati, collettivi ha lanciato la campagna per un reddito minimo garantito in Italia. Una campagna nata intorno ad una proposta di legge di iniziativa popolare che intende istituire anche nel nostro Paese una garanzia per il reddito per coloro che sono precari, disoccupati e inoccupati, oggi soprattutto giovani, donne e Working Poor.

Una campagna che vuole rilanciare quelle fondamenta di un modello sociale europeo che le politiche neoliberiste hanno minato, per un Welfare universale che garantisca misure di sostegno alle persone, per rilanciare politiche di redistribuzione delle ricchezze e mettere al centro del dibattito politico le garanzie, i diritti, le libertà di scelta delle persone.

La proposta di legge di iniziativa popolare per il reddito minimo garantito in Italia lanciata a giugno (e che continua a raccogliere adesioni e sostegno) terminerà a dicembre: l’obiettivo minimo è raggiungere almeno 50 mila, ma si può fare di più! Raccogliere migliaia e migliaia di firme significa dare un segnale politico e sociale importantissimo, sia alla società che alla politica italiana. Ma non solo: questa campagna rende possibile l’opportunità di discutere di reddito e diritti, di parlare alla società, nelle strade, piazze, università, luoghi di lavoro, con i giovani, le donne, i precari, gli studenti. In poche parole, una grande opportunità di comunicazione e iniziativa sociale che dia maggior forza ad una nuova stagione di diritti a partire dal reddito garantito.

Per questo, oltre le tante iniziative già realizzate durante questi mesi e promosse dai partecipanti alla campagna, riteniamo importante proporre la realizzazione di un evento comune: “LA SETTIMANA PER IL REDDITO GARANTITO” dal 15 al 21 ottobre. Una settimana comune, per tutti coloro che partecipano o vogliono partecipare alla campagna e alla raccolta firme, in cui realizzare:

concerti, dibattiti, spettacoli teatrali, volantinaggi, reading, presentazioni di libri, seminari, dance hall, cineforum, performance e quant’altro possa essere utile a comunicare, approfondire, rendere visibile il tema del reddito garantito nei mercati rionali, nelle sedi delle associazioni, nelle piazze delle città, librerie, centri sociali, fuori i supermercati, i posti di lavoro, le università, i luoghi di ritrovo.

Una SETTIMANA PER IL REDDITO GARANTITO dove tutti insieme, a carattere locale ed in forma autonoma, si dia vita ad una grande comunicazione sociale, si raccolgano migliaia di firme, si dia corpo alla fantasia e alla creatività,  si costruisca un grande evento comunicativo in cui il tema del reddito garantito attraversi la penisola. Si possono realizzare iniziative per la settimana intera o anche solo un giorno, l’importante è che in quella settimana in ogni dove si parli di reddito, Welfare, diritti e si raccolgano firme.

Proponiamo dunque di dare vita ad una settimana di iniziative nella vostra città, di comunicarne il programma a redditominimogarantito@sxmail.it  cosi che tutte le iniziative raccolte possano essere visibili attraverso il sito ufficiale della campagna www.redditogarantito.it . Inoltre, vi chiediamo di fare foto e video delle iniziative da pubblicare e far circolare in rete.

www.redditogarantito.it

———————————————————————————————

Una serie di associazioni, movimenti, realtà sociali, comitati sta lanciando una campagna per la proposta di una legge di iniziativa popolare sul reddito minimo garantito in Italia che avrà come termine dicembre 2012.

E’ arrivato il momento, non più rinviabile, affinché una proposta di legge sul reddito minimo garantito venga inserita nell’agenda politica di questo paese. I numeri che ogni giorno vengono presentati dagli enti di statistica e di ricerca raccontano di un paese sull’orlo del disastro sociale, un defalut sociale che sta dimostrando con sempre maggiore chiarezza la necessità di una nuova politica redistributiva e l’importanza, cosi come definito in molti testi e risoluzioni europee, della misura del reddito minimo garantito. E’ necessario definire, prima di tutto per il riconoscimento della dignità umana, una base economica sotto la quale nessuno deve più stare! Il reddito minimo garantito non è più rinviabile!

Il reddito minimo garantito è un argine contro la ricattabilità, il lavoro nero, il lavoro sottopagato e la negazione delle professionalità e della formazione acquisita. Significa in buona sostanza non vendersi sul mercato del lavoro alle peggiori condizioni possibili. Da argine può diventare un paradigma per la costruzione di un welfare che includa e promuova, garantisca autonomia e libertà di scelta. Siamo tra i pochissimi Paesi europei – oltre a noi solo la Grecia – a non avere alcuna forma di tutela di ultima istanza. Siamo persino inadempienti rispetto all’articolo 34 della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea.

E’ necessario dare vita ad una ampia coalizione che faccia propria la campagna e che si costruiscano in tutto il paese iniziative, dibattiti, momenti di comunicazione ed informazione, adesioni e soprattutto firme che permettano, da qui a dicembre 2012, la presa di parola di decine di migliaia di persone che pongano il tema del reddito minimo garantito come uno dei temi principali per la fuoriuscita dalla crisi.

E’ necessario per questo che le adesioni aumentino, che nascano comitati per il reddito minimo garantito, che le forze sociali, politiche, sindacali prendano posizione e si attivino affinché questa campagna diventi uno dei pilastri non solo dell’iniziativa pubblica ma che ponga con forza su quali pilastri si debba fondare il contrasto alla crisi sociale che milioni di persone subiscono. Il reddito garantito è uno di questi pilastri!

Fino a dicembre 2012 sul sito si raccoglieranno le adesioni, le idee, le iniziative, i luoghi in cui poter firmare. Il sito ospita già la proposta di legge ed i materiali utili alla raccolta delle firme, verrà inoltre implementato durante tutta la campagna sperando che siano moltissime le informazioni da inserire, dalle iniziative nei territori, ai luoghi dove raccogliere le firme e alle adesioni che potranno pervenire fino alla fine della campagna.

Vi chiediamo pertanto di aderire, sostenere, diffondere, promuovere con la vostra associazione, comitato, realtà sociale, la campagna per un reddito minimo garantito in Italia. Di costruire e promuovere iniziative, dibattiti, banchetti, raccolta firme, feste, concerti per rendere questa campagna più partecipata e ricca possibile. Tutte le iniziative saranno pubblicate.

Se ritenete utile ed importante partecipare inviate il nome esatto del vostro Comitato, associazione, movimento, rete etc. a redditominimogarantito@sxmail.it così da inserirlo tra i sostenitori e aderenti della campagna.

Ps: Questa iniziativa (che riguarda l’Italia) per una legge nazionale sul reddito minimo garantito potrebbe inserirsi in aggiunta ad un’altra campagna che a partire dall’autunno prossimo vedrà la possibilità di raccogliere le firme per una misura di reddito di base a carattere europeo di cui vi daremo notizia nei prossimi mesi.

Breve vademecum per il DDL per l’istituzione sul territorio nazionale del Reddito Minimo Garantito

Finalità:
il reddito minimo garantito ha lo scopo di contrastare il rischio marginalità, garantire la dignità della persona e favorire la cittadinanza attraverso un sostegno economico

A chi:
Beneficiari del reddito minimo garantito sono tutti gli individui (inoccupati, disoccupati, precariamente occupati) che non superino i 7200 euro annui. Devono essere residenti sul territorio nazionale da almeno 24 mesi; devono essere iscritti presso le liste di collocamento dei Centri per l’impiego;

Quanto:
L’ammontare individuale del beneficio del reddito minimo garantito è di 7200 euro annui, pari a 600 euro mensili; tale misura deve essere rivalutata in base al numero dei componenti del nucleo familiare.

Altre misure:
Al beneficio economico diretto del reddito minimo garantito possono concorrere anche le Regioni e gli enti locali attraverso l’erogazione del “reddito indiretto” ovvero favorire prestazioni di beni e servizi.

Sospensione e decadenza:
Vi sarà la sospensione o la decadenza del reddito minimo garantito quando il beneficiario dichiari il falso al momento della richiesta; venga assunto con contratto di lavoro a tempo indeterminato; partecipi a percorsi di inserimento lavorativo retribuiti; al compimento dei 65 anni di età; quando il beneficiario rifiuti una proposta congrua di impiego dopo il riconoscimento delle sue competenze formali ed informali.

Tale disegno di legge inoltre delega il Governo a:
definire una riforma degli ammortizzatori sociali in modo da introdurre un sussidio unico di disoccupazione esteso a tutte le categorie di lavoratori a prescindere dall’anzianità contributiva o dalla tipologia contrattuale; a riordinare le spese delle prestazioni assistenziali in modo da renderle coerenti con l’istituzione del reddito minimo garantito; a stabilire un compenso orario minimo.

 

 

  • Iniziative e banchetti
  • Punti fissi di raccolta
Sabato
15 Dicembre
h. 10:00

Roma 15 dicembre Porta Futuro

“Reddito, lavoro, formazione: il welfare in Tilt”: un’intera giornata dedicata alla costruzione di un nuovo modello di welfare e di mercato del lavoro a misura delle giovani generazioni, ma non solo. Disoccupati, precari, partite iva, intermittenti: sono tanti i soggetti sociali “esclusi” da ricondurre in un sistema virtuoso di welfare. Una giornata di idee con un occhio di riguardo agli esempi di buone pratiche già realizzate in altri contesti locali italiani ed europei, affinché questi esempi possano ispi

rare e guidare progetti futuri da realizzare nel contesto dell’area metropolitana di Roma e non solo. Un’occasione per ampliare lo sguardo, spesso troppo ristretto, della politica sui cambiamenti in atto nel mondo del lavoro, dell’impresa, dell’intero sistema produttivo, per capire da dove e con chi ripartire per far crescere questo paese e farlo uscire dalla spirale depressiva in cui l’assenza di un progetto condiviso tra i soggetti interessati lo ha condotto.

Durante la mattinata, dalle ore 10, parleremo dunque di politiche di sviluppo, di nuova imprenditoria e di accesso al credito, lo faremo con:
Edwin Morley-Fletcher, Prof. di Politiche Pubbliche presso l’Università La Sapienza.
Andrea Ricci, Ricercatore ISFOL
Tina Balì, Segreteria Cgil Roma-Lazio
Antonio Martini, Esperto di politiche industriali
Niccolò Pecorini, Presidente di Multiverso
Roberto Covolo, Project manager dell’ex Fadda
Pasquale Adilardi, Zona Bandita

Nel pomeriggio, dalle ore 15, parleremo di proposte a partire dalle realtà sociali che vivono la precarietà dei diritti e del welfare, con:

ANA Astrid D’Eredità
BIN Luca Santini
CGIL/CES Salvatore Marra
CPU Emanuele Toscano
Diversamente occupate
Esc Francesco Raparelli
Errori di stampa
European Alternatives Alessandro Valera
Iva Sei Partita
Quinto Stato Roberto Ciccarelli
Rete della conoscenza
UDU

Con le incursioni artistiche di Francesca Fornario e Simone Salis

Con la partecipazione di Nicola Zingaretti Presidente della Provincia di Roma e Massimiliano Smeriglio Assessore alle Politiche del Lavoro

SI POTRA’ NATURALMENTE FIRMARE PER LA PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE
Domenica
9 Dicembre
h. 00:00

Lanciano (CH)

Raccolta firme in comune e con un banchetto domenica 9 dicembre

Venerdì
7 Dicembre
h. 16:00

Ad Alcamo

venerdì 7 dicembre a partire dalle 16.00 fino alle 01.30 ABC Alcamo Bene Comune raccoglierà nuovamente le firme per il RMG in piazza Ciullo ad Alcamo (TP)

Martedì
4 Dicembre
h. 00:00

A Modena per il reddito

Sinistra Ecologia Libertà Modena invita la cittadinanza a discutere di diritto all’esistenza e reddito minimo garantito con Andrea Fumagalli, noto docente di Economia dell’Università di Pavia e tra gli estensori della proposta di legge di iniziativa popolare sul reddito minimo garantito lanciata dai movimenti sociali e da SEL.

L’iniziativa si terrà a Modena, martedì 4 dicembre, dalle ore 18.30, presso la Sala Giacomo Ulivi di Via Ciro Menotti 137.

In particolare, si cercherà di spiegare come il reddito minimo garantito abbia lo scopo di contrastare i rischi di marginalità sociale, garantire la dignità della persona e favorire la creazione di un nuovo welfare.

Questa misura è uno strumento contro la precarietà, in quanto toglie dalla ricattabilità, e rappresenta un argine allo schiavismo, al lavoro nero e ai ricatti.

Per SEL coordinerà l’iniziativa Simone Muzzioli, portavoce Forum “Diritti sociali, Lavoro, Saperi e Libertà”.

L’evento darà la possibilità ai partecipanti di confrontarsi direttamente e in modo partecipato sulla questione del reddito e del lavoro e, a seguire, ci sarà un piccolo rinfresco.

(SEL Federazione di Modena)

Martedì
6 Novembre
h. 00:00

Urbino

Sala Serpieri (Collegio Raffaello) Piazza della Repubblica, martedì 6 novembre 2012, ore 18,30

Primo appuntamento di formazione politica di Sel Marche.
con:
Yuri Kazepov – Sistemi di welfare e politiche sociali comparate, Università degli Studi di Urbino
Massimiliano Smeriglio – Responsabile nazionale Economia e Lavoro, Sel
Massimo Binci – Consigliere Regionale, Sel

modera:
Giovanni Torrisi – Diritti di cittadinanza e politiche differenziali, Università degli Studi di Urbino
Sabato
24 Novembre
h. 16:00

Prato

Sabato 24 novembre 2012, alle ore 16 presso la sede dell Comitato Prato per Vendola, via Verdi 52, presenteremo il lavoro curato dal Basic Income Network Italia.
Ne parleranno Luca SANTINI Presidente BIN Italia e Sandro GOBETTI Coordinatore Nazionale BIN Italia modererà l’incontro Lanfranco NOSI Comitato Pratese per il reddito garantito. Nell’occasione sarà possibile sottoscrivere la proposta di legge di iniziativa popolare sul reddito garantito

Sabato
24 Novembre
h. 16:00

Acqui Terme flash mob

Sabato 24 novembre dalle 16 alle 18 in Piazza Matteotti ad Acqui Terme tutti in piazza per parlare e gridare cos’è il reddito minimo garantito.

siete tutti invitati: il ritrovo è in piazza Matteotti difronte al cinema teatro ariston portatevi un pacchetto di patatine e tanta voce per gridare che anche noi vogliamo il reddito minimo garantito.

Sabato
24 Novembre
h. 16:00

Pescara: la SO.HA raccoglie le firme

L’iniziativa si terrà nelle giornate di sabato 24 e domenica 25 novembre, dalle ore 16 alle ore 20, al Corso Umberto I di Pescara.

Sabato
24 Novembre
h. 14:30

Fucecchio (FI)

Raccolta firme in Piazza Montanelli a Fucecchio (Fi) dalle 14,30 alle 20 il 24 novembre

Sabato
24 Novembre
h. 10:00

Foggia altri banchetti

FOGGIA, Zona Pedonale, corso Vittorio Emanuele

sabato 24 novembre e domenica 25 novembre (h. 10.00 -13.00 / 18.00 – 20.30)

sabato 1 dicembre e domenica 2 dicembre (h. 10.00 -13.00 / 18.00 – 20.30)

Martedì
20 Novembre
h. 16:00

Pescara flash mob

All’Universita’ degli studi G. D’Annunzio Pescara martedì 20 alle 16 si terrà un Flash Mob contro la precarietà e per il reddito minimo garantito: raccoglieremo i vostri sogni e desideri per un’Italia migliore. Li inseriremo nel “Baule dei sogni” che verrà consegnato a Nichi Vendola il giorno dopo ovvero Mercoledì 21 alle ore 20,30 presso la sala consiliare del comune di Pescara. Il Flash Mob sarà arricchito dalla presenza di due ospiti d’eccezione.

Venerdì
16 Novembre
h. 09:00

Londra

Anche a Londra e’ possibile firmare per la proposta di legge di iniziativa popolare per il Reddito Minimo Garantito presso il consolato con i seguenti orari
da lunedì a venerdì, dalle ore 9.00 ore 12.00 nella Sede di Buckingham Palace Road 136
Il sabato dalle 9.00 alle 13.00 nella Sede di Eaton Place 38
Martedì
13 Novembre
h. 17:45

Castel Madama

A Castel Madama, nell’aula consiliare, in corso Cavour 34, martedì 13 novembre ore 17,45 si potrà firmare e ascoltare un dibattito su “Diritto al Lavoro, diritto al Reddito” con Mapi Pizzolante (portavoce di TILT), Sandro Gobetti (Bin Italia), Canio Calitri (Segretario FIOM Lazio), un esponente di SEL .

Martedì
6 Novembre
h. 18:30

Urbino

Urbino Sala Serpieri (Collegio Raffaello) Piazza della Repubblica

Primo appuntamento di formazione politica di Sel Marche
“Ripartiamo dalle idee!! Tu ci 6″?
con:
Yuri Kazepov – Sistemi di welfare e politiche sociali comparate, Università degli Studi di Urbino

Massimiliano Smeriglio – Responsabile nazionale Economia e Lavoro, Sel
Massimo Binci – Consigliere Regionale, Sel
modera:
Giovanni Torrisi – Diritti di cittadinanza e politiche differenziali, Università degli Studi di Urbino
Martedì
6 Novembre
h. 18:30

A Urbino si discute di reddito

Urbino Sala Serpieri (Collegio Raffaello) Piazza della Repubblica, martedì 6 novembre ore 18,30

Primo appuntamento di formazione politica di Sel Marche
“Ripartiamo dalle idee!! Tu ci 6″?

con:
Yuri Kazepov – Sistemi di welfare e politiche sociali comparate, Università degli Studi di Urbino

Massimiliano Smeriglio – Responsabile nazionale Economia e Lavoro, Sel
Massimo Binci – Consigliere Regionale, Sel

modera:
Giovanni Torrisi – Diritti di cittadinanza e politiche differenziali, Università degli Studi di Urbino

A partire dalla proposta referendaria italiana, discuteremo le vie di fuga per la fondazione di un nuovo progetto sociale fondato su un welfare inclusivo e garantista, per contrastare la precarizzazione del lavoro e delle vite, il lavoro nero, il lavoro sottopagato e promuovere l’autodeterminazione individuale e collettiva.

Lunedì
5 Novembre
h. 00:00

Roma

Ecco i banchetti di oggi, lunedì 5 Novembre:
Mun IV 18:30-21:00 fermata Metro B1 Conca d’Oro
Mun XI 17:00-19:00 via G. Pullino, fermata Metro B Garbatella
Mun XVII 9:00-13:00 in via Lepanto 4, angolo via Giulio Cesare, presso il Tribunale di Roma
PCR ROMA
Lunedì
5 Novembre
h. 00:00

Villa Castelli

Il Comitato comunica che dal 04 novembre al 10 dicembre dalle ore 18,00 alle ore 20,00 ci sarà un punto fisso di raccolta in Via Abignente 115, e dal 06 novembre al 09 dicembre dalle ore 17,00 alle ore 20,00 ci sarà un gazebo in Corso V. Emanuele angolo Via della Pace.
Domenica
4 Novembre
h. 18:00

Villa Castelli (Brindisi)

Il Comitato per il Reddito minimo garantito di Villa Castelli (BR) comunica
che dal 04 novembre al 10 dicembre dalle ore 18,00 alle ore 20,00
c’è un punto fisso di raccolta firma in
Villa Castelli (BR), via Abignente 115

mentre dal 06 novembre al 09 dicembre dalle ore 17,00 alle ore 20,00
c’è un punto fisso di raccolta firme in
Villa Castelli (BR), Corso V. Emanuele angolo via della Pace.

Domenica
4 Novembre
h. 00:00

Grottaglie

Il Circolo P.P.Pasolini di Grottaglie (Ta), raccoglierà le firme per la proposta di legge su iniziativa popolare sul reddito minimo garantito, in Piazza Principe di Piemonte a Grottaglie da Domenica 4 Novembre a Domenica 9 Dicembre.

 

Mercoledì
31 Ottobre
h. 09:00

Turbigo (Mi)

A Turbigo sarà possibile firmare per il reddito minimo garantito il mercoledì 31 ottobre dalle ore 9.00 alle ore 12.00 presso il banchetto in Piazza Mercato.

Martedì
30 Ottobre
h. 09:00

San Pietro in Casale (BO)

Martedì 30 ottobre a San Pietro in Casale è possibile firmare per il reddito minimo presso  il Mercato Via Oberdan  ( Parcheggio VIVI ), dalle ore 9:00 alle ore 13:00

Lunedì
29 Ottobre
h. 17:00

Lucera per il reddito

Prosegue la raccolta firme presso i locali del circolo SEL di Lucera in via Zunica 81/83, dal lunedì al venerdì dalle ore 17:00 alle ore 19:30.

Lunedì
29 Ottobre
h. 00:00

A Serino (AV) con Terra & Libertà

Raccogliamo le firme ogni martedì presso la sede dell’associazione sita in via Roma n°53, Serino (AV). In seguito vi informeremo dei giorni di raccolta firme in piazza. Per maggiori informazioni sull’associazione vi lascio l’indirizzo del nostro sito internet http://www.terraeliberta.org/

Sabato
27 Ottobre
h. 09:30

Cagliari

Venerdì e sabato dalle 9 alle 13 gli attivisti di Oppure Vendola Cagliari allestiranno dei banchetti nei mercati di Is Mirrionis (via Quirra) e san Benedetto per raccogliere le firme per la proposta di legge di iniziativa popolare per l’istituzione del Reddito Minimo Garantito.

Domenica il banchetto sarà al mercatino di piazzale Trento dalle 9.30 alle 12.30.

Sabato
27 Ottobre
h. 15:00

Vetralla

Sabato alla  Villa comunale “Pietro Canonica”  di Vetralla si raccolgono le firme per il reddito minimo garantito e referendum su art.8 e 18, dalle 15 alle 20

Sabato
27 Ottobre
h. 09:00

Turbigo (Mi)

A Turbigo sarà possibile firmare per il reddito minimo garantito il sabato 27 ottobre dalle ore 9.00 alle ore 12.00 presso il banchetto in via Roma.

Sabato
27 Ottobre
h. 00:00

Monza raccoglie le firme

Sabato Banchetto a Monza (piazza San Paolo) per la raccolta firme! Sarà possibile firmare per il reddito minimo garantito, per i referendum sul lavoro e per le unioni civili. Per info sel.monza@gmail.com
Sabato
27 Ottobre
h. 00:00

Pordenone e provincia

banchetti provincia di Pordenone sia per referendum lavoro, che pensioni e proposta di legge redditominimogarantito previsti

per sabato 27 ottobre

Pordenone, zona mercato via Roma dalle 9.30 alle 12;

Aviano, parcheggio Cooperative Trieste dalle 16 alle 19;

Montereale Valcellina, piazza Roma dalle 9,30 alle 12.

per domenica 28 ottobre:

Cordenons piazza Vittoria zona festa della zucca dalle 9,30 alle 12 e dalle 14,30 alle 17

 

Sabato
27 Ottobre
h. 00:00

Lastra a Signa (Firenze)

Saremo al mercato di Lastra a Signa con un nostro gazebo il 27 ottobre, il 3, e il 17 novembre -
ma potete scrivere a 

fiorella.romagnoli@libero.it
Sabato
27 Ottobre
h. 00:00

Feltre

SABATO 27 OTTOBRE 2012 COOP FELTRE dalle 9.00 alle 13.00, (anche sotto la pioggi/neve)
raccolta firme reddito minimo e coppie di fatto insieme ai referendum anti fornero ( lavoro e pensioni)

Sabato
27 Ottobre
h. 00:00

Roma

Sabato 27 ottobre Via Andrea Doria, ingresso del mercato Trionfale;Piazzale degli Eroi 9 Mun 17

9.00-13.00

     
  Giovedì 25 ottobre piazza dell’Immacolata Mun 3

18.00-23.00

     
  Sabato 27 ottobre Largo degli Osci Mun 3

10.00-13.00

     
  Domenica 28 ottobre isola pedonale pigneto Mun 6 (CON GAZEBO)

10.00-24.00

     
  Sabato 27 ottobre Piazza San Giovanni di Dio (angolo via Oznam) Mun 16

9.00-13.00

     
  Domenica 28 ottobre Porta Portese (piazza Ippolito Nievo)  Mun 16

9.00-13.00

     
  Sabato 27 ottobre Piazza dell’Alberone Mun 9

10.00-13.00

     

 

Sabato 27 ottobre Mercato Viale Kant Mun 5

10.00-13.00

 

Sabato 27 ottobre Piazza Vittorio, portici lato Oviesse (con gazebo 3mt per 3mt) -  Mun 1

9.00-13.00

Lunedì 29 ottobre Viale Adriatico h PT; Piazza Conca d’Oro fermata Metro B; Piazza Euganei (Mun IV)

18.30-21.00

Sabato 27 ottobre Piazza San Leonardo – Acilia (Mun 13)

10.00-13.00

 

Sabato 27 ottobre Via Pico della Mirandola – mercato Montagnola

10.00-13.00

Venerdì 26 ottobre Via Accademia Peloritana- Mercato del Caravaggio Mun 11

10.00-13.00

Mercoledì 24 ottobre Mercato Grottarossa ang. Via Grottarossa Mun 20 10.00-13.00
Sabato 27 ottobre piazza Mario Salvi angolo via Federico Borromeo Mun 19 10.00-12.30
Mercoledì 31 ottobre uscita Metro Battistini  Mun 19 16.30-19.30
Venerdì
26 Ottobre
h. 21:00

A Bettona (PG)

Il Circolo SEL di Bettona (PG) comunica che venerdì 26 ottobre 2012 dalle ore 21.00 alle ore 23.00 presso la Biblioteca Comunale in Loc. Passaggio di Bettona è possibile firmare per il reddito minimo garantito.

Mercoledì
24 Ottobre
h. 00:00

Chiavari

OTTOBRE

Mercoledì 24 ottobre – ore 13.00/14.00 – di fronte alla Lames
NOVEMBRE

Venerdì 9 - ore 9.30/13 – (piazza Matteotti)
Sabato 10 – ore 10.00/14.00 – Coop
Sabato 17  – ore 16.00/19.00 (via Martiri della Liberazione/viale Millo)
Venerdì 23 - ore 9.30/13 – (piazza Matteotti)

DICEMBRE

Sabato 1 – ore 16.00/19.00 (piazza Matteotti)

Martedì
23 Ottobre
h. 09:00

San Pietro in Casale (BO)

Martedì 23 ottobre a San Pietro in Casale è possibile firmare per il reddito minimo presso  il Mercato Via Oberdan  ( Parcheggio VIVI ), dalle ore 9:00 alle ore 13:00

Lunedì
22 Ottobre
h. 18:30

Roma IV municipio

Lunedì 22 ottobre 18.30 /21.00 Circolo PRC-FDS IV Municipio

  • Piazza Sempione angolo Via Maiella ;
  • Piazza Sempione ;
  • Piazza Conca d’Oro uscita Metro B1;
  • Via Salaria altezza Sky
Lunedì
22 Ottobre
h. 00:00

A Pizzo calabro con i giovani per la Calabria

L’assoziazione i Giovani per la Calabria aderisce e raccoglierà le firme presso il punto fisso di raccolta  in Via Nazionale (centro Koinè ) presso I.S.P.E.S, PIZZO

Domenica
21 Ottobre
h. 10:00

Vetralla per il reddito

Lotto per il 18 e per il reddito minimo garantito. Domenica 21 ottobre dalle 10:00 alle 13:00 presso la villa comunale “Pietro Canonica, banchetto di raccolta firme per i referendum del lavoro e per la proposta di legge per l’istituzione del reddito minimo garantito.

Sabato
20 Ottobre
h. 09:30

Pordenone

banchetti provincia di Pordenone sia per referendum lavoro sia proposta di legge redditominimogarantito previsti per sabato 20 ottobre

Pordenone, zona mercato via Roma dalle 9.30 alle 12;

Cordenons, parcheggio Coop Consumatori dalle 15 alle 18;

Aviano, parcheggio Coop Consumatori dalle 15,30 alle 19.

 

Sabato
20 Ottobre
h. 09:00

Como

Sinistra Ecologia Libertà Como aderisce alla Settimana, con un gazebo (il primo di 4 sabati) che si terrà sabato 20 in mattinata a Como, presso il mercato di Porta Torre (piazza Vittoria).

Sabato
20 Ottobre
h. 20:00

Nardò

Sarà possibile firmare per la proposta di legge  a Nardò dalle 20 alle 22 in Piazza delle Erbe sono presenti anche i moduli per il referendum lavoro (art.18)

Sabato
20 Ottobre
h. 17:30

Lecce per il reddito

Lecce il 20 ottobre alle 17.30 alle 20.30 ci sarà la raccolta firme all’interno dell’evento P-orto di Terra
 P-ORTO DI TERRA
sabato 20 ottobre – a partire dalle ore 17.30

Masseria Sant’Angelo
via Brizio Elia 14 – Borgo Pace – Lecce
Storie terragne, Non Mercato, teatro delle storie senza previa cottura, musica da semenzaio,
noir mediterraneo, aglio, menta e basilico. Un’esperienza fatta di incontri, parole, segni, odori

e sapori per raccontare il progetto “Ter-ragno” dell’associazione “In alto a sinistra”
Sabato
20 Ottobre
h. 16:00

Raccolta firme a Lucca

Anche questo sabato saremo in strada a raccogliere le firme, dalle 16:00 alle 19:00 in via beccheria a Lucca.

Sabato
20 Ottobre
h. 11:00

I week end del reddito a Foggia

Ogni sabato e domenica saremo presso l’Isola Pedonale ( in caso di maltempo c/o la sede del comitato in P.zza Piano delle Croci, 59) per raccogliere le firme sul Reddito Minimo Garantito. 14 ottobre alle ore 11.00 fino a 28 ottobre alle ore 20.00

Sabato
20 Ottobre
h. 10:30

Marano di Napoli per il reddito

Tutti i sabato mattina e domenica mattina dalle 10.30 alle 13.00 al corso europa( presso banca credem) di fronte PIAZZA DELLA PACE ed ogni mercoledi in sede al circolo I MAGGIO SEL MARANO via DOMENICO DI SOMMA N. 30. A PRESTO DALLE 17 ALLE 20

Sabato
20 Ottobre
h. 10:00

Roma nel terzo municipio

da sabato 13 ottobre, e per tutti i sabato fino a campagna ultimata, in piazza a San Lorenzo, largo degli Osci, ci saranno i banchetti per la raccolta firme, dalle ore 10 alle ore 13. Organizza PRC- Casa della sinistra Terzo Municipio

Sabato
20 Ottobre
h. 00:00

Gallarate in piazza per il reddito

RACCOLTA FIRME A GALLARATE IL 13-20 E 27 OTTOBRE DALLE 10 ALLE 18 PIAZZA LIBERTA’

Sabato
20 Ottobre
h. 00:00

Palermo

 L’associazione culturale 90100 di Palermo con sede legale in via garibaldi 23 Palermo aderisce e promuove e sostiene e diffonde la campagna per un reddito minimo garantito e si impegna a a promuovere iniziative e dibattiti banchetti per la raccolta firme per rendere questa campagna la più partecipata possibile. 

vincenzo macaluso ass.cult 90100 tel 335389141-0912524666.

Sabato
20 Ottobre
h. 00:00

Caltagirone

Il circolo di Rifondazione Comunista “Peppino Impastato” di Caltagirone  organizza per sabato 20 banchetto di raccolta firme durante il mercato settimanale, Via Vittorio E.Orlando angolo VialeMario Milazzo  e da domani ogni sabato

Venerdì
19 Ottobre
h. 18:00

“Ribellati alla precarietà”. Assemblea, videointerviste e apericena a Prato

“Ribellati alla precarietà”. Assemblea, videointerviste e apericena con musica. Banchetti per raccolta firme.  Venerdì 19 ottobre  ore 18:00

Via Carbonaia 31, 59100 Prato
Venerdì
19 Ottobre
h. 16:00

Roma viale Libia

Si può firmare per il reddito garantito e per i referendum tutti i giorni feriali dalle ore 16.00 alle 19.00 a Via Dancalia 9, Roma (Viale Libia) presso l’associazione culturale Articolo 3 e il circolo PRC “Marisa Musu”.

Venerdì
19 Ottobre
h. 00:00

PISA: cena per il reddito e i referendum

Venerdì 19 ottobre ore 20, circolo Arci l’ Unità CEP PISA

Menù: Panzanella, Melanzane alla parmigiana, Cous cous di verdure, Cous cous di carne, Tiramisù fatto in casa, Vino rosso, contributo 15 euro.

Prenota al 329 3170387

Venerdì
19 Ottobre
h. 00:00

In provincia di Milano

Banchetti raccolta firme reddito minimo garantito:

Casarile 19 ottobre dalle ore 14.30 alle ore 18.00 al mercato in via Carlo Alberto Dalla Chiesa

 Lacchiarella sabato 20 ottobre dalle ore 14.30 alle ore 18.00 al mercato in via Milite Ignoto

 Binasco domenica 21 ottobre dalle ore 9.00 alle ore 12.00 in Piazza Matteotti

 Rifondazione comunista circolo del binaschino(Lacchiarella,Casarile e Binasco)

Venerdì
19 Ottobre
h. 00:00

Roma banchetti

Venerdì 19 ottobre Circolo IV MUN  Piazza Sempione angolo Via Maiella ; Piazza Sempione ; Piazza Conca d’Oro uscita Metro B1; Via Salaria altezza Sky  18.30-21.00

Venerdì 19 ottobre Circolo TOR de’ SCHIAVI Largo Agosta Mun 6 17.00-20.00

Sabato 20 ottobre COMITATO MUN 16 Piazza San Giovanni di Dio (angolo via Oznam) Mun 16 9.00-13.00

Sabato 20 ottobre Circolo PRATI Via Andrea Doria, ingresso del mercato Trionfale; Piazzale degli Eroi 9 Mun 17  9.00-13.00

Sabato 20 ottobre  Circolo APPIO  Piazza dell’Alberone Mun 9  10.00-13.00

Lunedì 22 ottobre Circolo IV MUN Piazza Sempione angolo Via Maiella ; Piazza Sempione ; Piazza Conca d’Oro uscita Metro B1; Via Salaria altezza Sky 18.30-21.00

 

Venerdì
19 Ottobre
h. 00:00

Villa Literno

Anche Villa Literno per il REDDITO MINIMO GARANTITO,

venerdì, sabato e domenica (18, 19 e 20 ottobre) saremo presso piazza A. de Gasperi (gazebo “Antica Caffetteria Paradiso”, antistante la stazione FS) per raccogliere le firme per la proposta di legge popolare.
Giovedì
18 Ottobre
h. 09:30

Chiavari, Lavagna, Rapallo

CHIAVARI

Venerdì 19 ottobre – ore 9.30/13 – (piazza Matteotti, lato Bellagamba o Bocchia)
Venerdì 26 ottobre - ore 9.30/13 – (via Delpino, lato Infogiovani)

LAVAGNA

giovedì 18 ottobre – ore 9.30/12.30, piazza Vittorio Veneto (piazza del mercato), lato via Roma

giovedì 26 ottobre – ore 9.30/12.30, piazza Vittorio Veneto (piazza del mercato), lato via Roma

RAPALLO

Giovedì 18 ottobre -  ore 9.30/12.00, passeggiata a mare, zona mercato

Sabato 20 ottobre -  ore 16.00/18.00, piazza Cavour

Giovedì 25 ottobre -  ore 9.30/12.00, passeggiata a mare, zona mercato

Sabato 27 ottobre -  ore 16.00/18.00, piazza Cavour

Giovedì
18 Ottobre
h. 09:00

Grosseto per il reddito

Da sabato 13 Ottobre è possibile firmare la proposta di legge per il reddito minimo garantito anche a Grosseto.

Il banchetto è situato in Corso Carducci (di fronte alla farmacia) e sarà aperto tutti i sabati e le domeniche, dalla mattina alle 9:00 fino alle 18:00. Sarà anche possibile firmare tutti giovedì in Piazza De Maria per tutta la durata del mercato cittadino, dove avremo un banchetto mobile.
La responsabile e referente dell’iniziativa è
Paola Giannelli 3280153683
Giovedì
18 Ottobre
h. 18:00

A Bologna: se potessi avere …

Parliamo di welfare universale, diritti, redistribuzione del reddito, libertà di scelta, e di come mettere tutto questo nell’agenda politica nazionale.
Si confronteranno:
Federico Martelloni, Ricercatore Diritto del Lavoro-Coordinatore Circolo G.M. Volontè SEL Bologna
Maria Chiara Patuelli, Forum Welfare SEL
Cristina Polimeno, TILT
Sara Saleri, European Alternatives
Coordina: Valentina Cuppi
Promosso da:
Comitato Bologna per Vendola
Forum Welfare SEL Bologna

Mercoledì
17 Ottobre
h. 09:00

Como

Banchetti di SEL sabato 17 novembre dalle 9 alle 12,30 in piazza Vittoria (porta Torre)

Mercoledì
17 Ottobre
h. 17:00

Una piazza per il reddito

Mercoledì 17 Ottobre a Salerno in p.zza Caduti di Brescia a Pastena h17-21 l’iniziativa del Comitato per il reddito garantito : “Una piazza per il reddito”. Un happening di discussione pubblica, confronto, informazione e ovviamente il banchetto di raccolta firme per la legge di iniziativa popolare sul reddito minimo garantito.

Mercoledì
17 Ottobre
h. 00:00

A Maddaloni

CALENDARIO RACCOLTA FIRME :
Martedi 17 ottobre ore : 10.00 – 12.00 Banchetto raccolta firme in Via Napoli fiera settimanale

Giovedi 19 ottobre ore : 18.00 – 20.00 Banchetto raccolta firme Via Pignataro, presso circolo della sinistra ( Maddaloni )

Domenica 21 ottobre Ore 09.00 – 13.00 Gazebo raccolta firme Piazza Umberto
( Maddaloni )

Mercoledì
17 Ottobre
h. 00:00

Emilia Romagna per il reddito

In tutti i comuni dell’Emilia Romagna è possibile firmare per la proposta di legge sul reddito minimo garantito. Cosa aspettate? Recatevi nel vostro comune e chiedete dei moduli per la raccolta firme. Abbiamo tempo fino all’inizio di dicembre.

Martedì
16 Ottobre
h. 09:00

Fossacesia per il reddito

Da oggi è possibile, presso l’Ufficio Anagrafe al Piano Terra del Municipio, nel Comune di Fossacesia, negli orari di apertura al pubblico, sottoscrivere la proposta di legge per il Reddito Minimo Garantito.
Dott. Andrea Rosario Natale
Assessore all’Ambiente, Energia ed Igiene Urbana
Città di Fossacesia
Via Marina, 18
66022 – FOSSACESIA (Chieti) – Italy
Tel. 0872.62.22.30-62.22.42
fax. 0872.62.22.37
Mob. 339.1040613
Martedì
16 Ottobre
h. 16:00

All’Università di Bologna

Progrè invita presso la facoltà di economia dell’Università di Bologna il 16 ottobre alle 16:00 con:
Andrea Fumagalli (economista, professore all’Università di Pavia), Angela Balzano (ricercatrice precaria all’Università di Bologna), Valentina Cuppi (Rete TILT),
nella “settimana per il reddito garantito”, promossa dal comitato Reddito Minimo Grantito X Tutte e Tutti, discutono di:
UN REDDITO MINIMO PER TUTTI
piazza scaravilli 2, aula 22
ore 16

Martedì
16 Ottobre
h. 10:00

Cagliari per il reddito

Il comitato Cagliari per Vendola comincia la sua attività con l’adesione alla settimana del reddito garantito, dal 15 al 21 ottobre.

Sarà possibile firmare in via Puccini 51 a Cagliari tutti i giorni dalle ore 10 alle ore 12 e dalle ore 18 alle ore 20.30. Nel fine settimana dalle 9 alle 13 gli attivisti per Nichi allestiranno i banchetti di raccolta firme nei mercati di Is Mirrionis e di san Benedetto (il venerdì e il sabato), e nel mercato di piazzale Trento (la domenica).
Venerdì 19 ottobre alle ore 18 si terrà in via Tempio 22 l’assemblea pubblica “Reddito minimo di cittadinanza: panorama europeo e risposte italiane”.

Martedì
16 Ottobre
h. 09:00

San Pietro in Casale (BO)

Martedì 16 ottobre a San Pietro in Casale è possibile firmare per il reddito minimo presso  il Mercato Via Oberdan  ( Parcheggio VIVI ), dalle ore 9:00 alle ore 13:00

Martedì
16 Ottobre
h. 00:00

Torino per il reddito

Si può firmare dal lunedì al venerdì dalle 10,30 alle 18 presso la federazione provinciale di Sinistra Ecologia Libertà Lungo Dora Savona 2 Torino.

Telefonare per info al 0110683267

Giovedì
1 Gennaio
h. 00:00

Sestri Levante, Tigullio, provincia di Genova

Sabato 13, 20, 27 ottobre e il 3, 10, 17 novembre 2012 dalle ore 9.00 alle ore 12.30

angolo di Corso Colombo con Via Dante – cabina telefonica (in caso di maltempo portici di Via Unione Sovietica)

Lunedì 15, 22, 29 ottobre e il 5, 12, 19 novembre 2012 dalle ore 9.00 alle ore 12.30

Via della Libertà – farmacia

Mercoledì 17, 24, 27 ottobre e 8, 15 novembre 2012 dalle ore 15.30 alle ore 18.30

Piazzale Lavoratori della FIT – Coop

Giovedì 25 ottobre e 15 novembre 2012 dalle ore 11.00 alle ore 14.30

Via Piaggio – Fincantieri

Giovedì 8 e 22 novembre 2012 dalle ore 9.00 alle ore 14.30

Via Terzi – Ospedale

Lunedì
15 Ottobre
h. 00:00

Maddaloni (CE)

A Maddaloni sarà possibile firmare per il reddito minimo garantito il lunedì 15 ottobre presso il banchetto in Piazza Vittoria.

Domenica
14 Ottobre
h. 12:00

A Figline Valdarno

A Figline Valdarno, provincia di Firenze, la lista SEL-IDV comincia la raccolta firme per il reddito minimo garantito.
Saremo in piazza Marsilio Ficino tutti i sabati, domeniche e martedì mattina a partire da sabato 13 fino a tutto il mese di novembre.
Buon lavoro a tutti!!!

Domenica
14 Ottobre
h. 11:00

Camminata per il reddito minimo garantito

Domenica 14 ottobre è la Giornata Nazionale del Camminare, abbiamo scelto proprio questa occasione come prima tappa per raccogliere le firme sul Reddito Minimo Garantito. Appuntamento a Foggia in corso Vittorio Emanuele dalle 11 alle 20.

Domenica
14 Ottobre
h. 10:00

Monza per il reddito

Sinistra ecologia Libertà Monza aderisce alla campagna per il reddito minimo garantito.

Per ora i banchetti con la raccolta firme si terranno:
Monza dalle ore 10.00 – 18.00

domenica 14 ottobre saremo in Piazza Roma (angolo Via Napoleone),

Monza dalle ore 10.00 – 18.00

sabato 27 ottobre in Piazza San Paolo.
Domenica
14 Ottobre
h. 00:00

Napoli per il reddito

Sarà possibile firmare ogni mercoledì a partire dalla ore 18,30 presso la sede del circolo di Sinistra Ecologia Libertà Napoli centro alla via G. Paladino n. 23. Il giorno 14 ottobre dalla ore dieci, banchetto di raccolta firme in piazza San Domenico Maggiore. Il giorno 17 ottobre dalle ore 17.

Domenica
14 Ottobre
h. 00:00

A Monopoli

Si può firmare in Piazza Vittorio Emanuele dalle 10.30 alle 13.00 domenica 14 e domenica 21 ottobre.

Domenica
14 Ottobre
h. 00:00

Bisceglie domenica in piazza

Domenica 14 ottobre 2012 il comitato cittadino per il Reddito Minimo Garantito sarà in Piazza Vittorio Emanuele (LATO “VILLA COMUNALE”, NELLE ADIACENZE DELL’ACCESSO VIALE MONUMENTO AI CADUTI) per parlare di welfare e diritti con i cittadini biscegliesi e per portare avanti la raccolta firme per sostenere la proposta di legge di iniziativa popolare per l’istituzione del Reddito Minimo Garantito.

Domenica
14 Ottobre
h. 00:00

Cava de’ Tirreni

Sabato 13 e domenica 14 raccolta firme in Piazza Vittorio Emanuele Cava de’ Tirreni. Inoltre per la settimana sul Reddito i militanti effettueranno una serie di azioni nei punti nevralgici della città, per pubblicizzare ed ampliare le firme già raccolte.

Domenica
14 Ottobre
h. 00:00

ABC-Alcamo Bene Comune

Il movimento ABC-Alcamo Bene Comune, movimento politico apartitico, aderisce all’iniziativa del Reddito Minimo Garantito, attraverso dei banchetti per la raccolta delle firme, nelle giornate del 13 e 14 ottobre in piazza Ciullo ad Alcamo.

Sabato
13 Ottobre
h. 09:30

Pordenone

PORDENONE mercato via Roma 13 ottobre. dalle 9.30 alle ore 12
PORDENONE Corso Vittorio Emanuele III – inizio corso 13 otobre dalle 15,30 alle 19
CORDENONS (Pn) parchegggio Coop Consumatori 13 ottobre. dalle 9,30 alle 12
AVIANO (Pn) parchegggio Coop Consumatori 13 ottobre. dalle 15,30 alle 19
MONTEREALE VALCELLINA (Pn) parcheggio via Roma 13 ottobre. dalle 11, 30 alle 12.30
Sabato
13 Ottobre
h. 18:00

Milano

La sera del 13-10 sarà possibile firmare allo Spazio Pubblico Autogestito Leoncavallo di Milano in via Watteau 7

Sabato
13 Ottobre
h. 18:00

Forte Prenestino (Roma)

Sabato 13 ottobre banchetto al centro sociale Forte Prenestino, Via F.Del Pino a Roma, nell’ambiro del Wired Festival

Sabato
13 Ottobre
h. 18:00

San Nicandro Garganico per il reddito minimo garantito

I banchetti per le firme saranno montati nel medesimo paese giorno 13.10.2012 in Piazza D. Fioritto dalle ore 18.00

Sabato
13 Ottobre
h. 18:00

Fondi

Appuntamento a Fondi sabato 13.10.2012 ore 18.00 in Via L.Ariosto (c/o Legambiente), organizza il circolo “P. Impastato” di Sinistra Ecologia e Libertà

 (dalla prossima settimana sarà possibile firmare anche presso gli uffici comunali)

Sabato
13 Ottobre
h. 09:00

Malalbergo (BO)

A Malalbergo sabato 13 ottobre è possibile firmare per il reddito minimo presso Piazza Caduti della Resistenza  (davanti al Palazzo Marescalchi), dalle ore 09:00 alle ore 13:00

Sabato
13 Ottobre
h. 00:00

Incontro su lavoro welfare e reddito minimo garantito

A Vetralla dentro palazzo Zelli alle ore 17 interverranno Franco Giordano (Presidenza nazionale SEL)
Maria Pia Pizzolante (TILT – Comitato Reddito minimo garantito).
Introduce Mauro Presciutti (Coordinatore SEL Vetralla)

Venerdì
12 Ottobre
h. 17:30

Conversazioni a Perugia

Il 12 ottobre 2012 ore 17:30 in via campo di marte 8/m Perugia nella sala “Carlo Baioletti”, ne discutono Luca Santini presidente del Bin Italia e Stefano Vinti.

Giovedì
11 Ottobre
h. 09:00

Castano Primo (Mi)

A Castano Primo sarà possibile firmare per il reddito minimo garantito giovedì 11 ottobre in Piazza Mercato dalle ore 9.00 alle ore 12.00

Giovedì
11 Ottobre
h. 08:30

Bassano del Grappa

A Bassano del Grappa giovedì 11 ottobre è possibile firmare per il reddito minimo garantito presso il banchetto in via Verci, dalle ore 8,30 alle ore 12,30

Giovedì
11 Ottobre
h. 00:00

Piazza del Pantheon

L’11 ottobre a Roma a Piazza del Pantheon si può firmare per il reddito minimo garantito dalle 18,30 alle 20,30.
vi aspettiamo

Giovedì
11 Ottobre
h. 00:00

Lucania per il reddito

Le firme si raccolgono presso FABBRICA DELLA PACE NOBILE C/o Nobile Antonio Via E. Gianturco, 10 75024 Montescaglioso (Matera)

Martedì
9 Ottobre
h. 09:00

San Pietro in Casale (BO)

Martedì 9 ottobre a San Pietro in Casale è possibile firmare per il reddito minimo presso  il Mercato Via Oberdan  ( Parcheggio VIVI ), dalle ore 9:00 alle ore 13:00

Domenica
7 Ottobre
h. 09:00

Castano Primo (Mi)

A Castano Primo sarà possibile firmare per il reddito minimo garantito domenica 7 ottobre in Piazza Mazzini dalle ore 9.00 alle ore 12.00.

Sabato
6 Ottobre
h. 09:00

Malalbergo (BO)

A Malalbergo sabato 6 ottobre è possibile firmare per il reddito minimo presso Piazza Caduti della Resistenza  (davanti al Palazzo Marescalchi), dalle ore 09:00 alle ore 13:00

Sabato
6 Ottobre
h. 09:00

Settimo Milanese (Mi)

A Settimo Milanese sarà possibile firmare per il reddito minimo garantito sabato 6 ottobre 2012 dalle ore 9.00 alle 12.00 al banchetto presso  Via G.Di Vittorio ang. Coop

Sabato
6 Ottobre
h. 08:30

Bassano del Grappa

A Bassano del Grappa sabato 6 ottobre è possibile firmare per il reddito minimo garantito presso il banchetto in via Verci, dalle ore 8,30 alle ore 12,30

Giovedì
4 Ottobre
h. 08:30

Bassano del Grappa

A Bassano del Grappa giovedì 4 ottobre è possibile firmare per il reddito minimo garantito presso il banchetto in via Jacopo da Pontei, dalle ore 8,30 alle ore 12,30

Martedì
2 Ottobre
h. 09:00

San Pietro in Casale (BO)

Martedì 2 ottobre a San Pietro in Casale è possibile firmare per il reddito minimo presso  il Mercato Via Oberdan  (Parcheggio VIVI), dalle ore 9:00 alle ore 13:00

Domenica
30 Settembre
h. 10:00

Lucera (FG)

A Lucera sarà possibile firmare per il reddito minimo garantito domenica 30 settembre in via Federico II dalle ore 10:00.

Domenica
30 Settembre
h. 09:30

Gallarate

E’ possibile firmare per il reddito minimo garantito a Gallarate presso il mercato (via Torino) domenica 30 settembre in Piazza Libertà ore 9.30/12.30

Sabato
29 Settembre
h. 17:00

Lucera (FG)

A Lucera sarà possibile firmare per il reddito minimo garantito sabato 29 settembre dalle ore 17:00 in piazza Duomo.

Sabato
29 Settembre
h. 15:30

Biella

Dopo l’ottimo risultato di sabato scorso, anche il 29 settembre replicheremo il gazebo di raccolta firme “Reddito x tutti Precarietà x nessuno” per la proposta di legge di iniziativa popolare per il reddito minimo garantito. Continueremo anche la raccolta sulla proposta di legge per le unioni civili che ha continuato ad avere una forte adesione anche lo scorso sabato.

L’appuntamento è quindi per sabato 29 settembre dalle ore 15.30 in Piazza Santa Marta a Biella.
Sabato
29 Settembre
h. 09:30

Pioltello (Mi)

Presso il Mercato a Pioltello si potrà firmare per il Reddito Minimo Garantito ed Unioni Civili, tutti i sabato dal 29 settembre al 27 ottobre, dalle ore 9.30 alle ore 12,00

 

Lanciano (CH)

da Domenica 9 Dicembre

Raccolta firme in comune e con un banchetto domenica 9 dicembre

Londra

da Venerdì 16 Novembre
Anche a Londra e’ possibile firmare per la proposta di legge di iniziativa popolare per il Reddito Minimo Garantito presso il consolato con i seguenti orari
da lunedì a venerdì, dalle ore 9.00 ore 12.00 nella Sede di Buckingham Palace Road 136
Il sabato dalle 9.00 alle 13.00 nella Sede di Eaton Place 38

Lucera per il reddito

da Lunedì 29 Ottobre

Prosegue la raccolta firme presso i locali del circolo SEL di Lucera in via Zunica 81/83, dal lunedì al venerdì dalle ore 17:00 alle ore 19:30.

A Pizzo calabro con i giovani per la Calabria

da Lunedì 22 Ottobre

L’assoziazione i Giovani per la Calabria aderisce e raccoglierà le firme presso il punto fisso di raccolta  in Via Nazionale (centro Koinè ) presso I.S.P.E.S, PIZZO

Altidona, Pedaso e Montegiorgio

da Lunedì 22 Ottobre

Nei comuni è possibile firmare ogni giorno secondo gli orari d’ufficio.

Marano di Napoli per il reddito

da Sabato 20 Ottobre

Tutti i sabato mattina e domenica mattina dalle 10.30 alle 13.00 al corso europa( presso banca credem) di fronte PIAZZA DELLA PACE ed ogni mercoledi in sede al circolo I MAGGIO SEL MARANO via DOMENICO DI SOMMA N. 30. A PRESTO DALLE 17 ALLE 20

Palermo

da Sabato 20 Ottobre

 L’associazione culturale 90100 di Palermo con sede legale in via garibaldi 23 Palermo aderisce e promuove e sostiene e diffonde la campagna per un reddito minimo garantito e si impegna a a promuovere iniziative e dibattiti banchetti per la raccolta firme per rendere questa campagna la più partecipata possibile. 

vincenzo macaluso ass.cult 90100 tel 335389141-0912524666.

Comune di Feltre

da Giovedì 18 Ottobre

orari nel comune di Feltre
da lunedì a venerdì 9-13.00
martedì  anche 14.30 16.00
giovedì    ”     16.00-18.30

Emilia Romagna per il reddito

da Mercoledì 17 Ottobre

In tutti i comuni dell’Emilia Romagna è possibile firmare per la proposta di legge sul reddito minimo garantito. Cosa aspettate? Recatevi nel vostro comune e chiedete dei moduli per la raccolta firme. Abbiamo tempo fino all’inizio di dicembre.

Fossacesia per il reddito

da Martedì 16 Ottobre
Da oggi è possibile, presso l’Ufficio Anagrafe al Piano Terra del Municipio, nel Comune di Fossacesia, negli orari di apertura al pubblico, sottoscrivere la proposta di legge per il Reddito Minimo Garantito.
Dott. Andrea Rosario Natale
Assessore all’Ambiente, Energia ed Igiene Urbana
Città di Fossacesia
Via Marina, 18
66022 – FOSSACESIA (Chieti) – Italy
Tel. 0872.62.22.30-62.22.42
fax. 0872.62.22.37
Mob. 339.1040613

Torino per il reddito

da Martedì 16 Ottobre

Si può firmare dal lunedì al venerdì dalle 10,30 alle 18 presso la federazione provinciale di Sinistra Ecologia Libertà Lungo Dora Savona 2 Torino.

Telefonare per info al 0110683267

Napoli per il reddito

da Domenica 14 Ottobre

Sarà possibile firmare ogni mercoledì a partire dalla ore 18,30 presso la sede del circolo di Sinistra Ecologia Libertà Napoli centro alla via G. Paladino n. 23. Il giorno 14 ottobre dalla ore dieci, banchetto di raccolta firme in piazza San Domenico Maggiore. Il giorno 17 ottobre dalle ore 17.

San Nicandro Garganico raccoglie le firme

da Giovedì 11 Ottobre

SEL San Nicandro Garganico aderisce alla campagna per il reddito minimo garantito. è possibile firmare al punto fisso presso la sede in Corso Umberto I n.52 tutti i giorni dalle ore 18.00 alle 20.00

Genova

da Giovedì 11 Ottobre

a Genova è possibile firmare dal Lun al Ven dalle 10 alle 17 presso Via Sestri7, sede del Municipio VI MedioPonente

Cosenza per il reddito

da Giovedì 11 Ottobre

Si può firmare a Cosenza presso segreteria PSE/SEL piazza 11 settembre Cosenza

Lucania per il reddito

da Giovedì 11 Ottobre

Le firme si raccolgono presso FABBRICA DELLA PACE NOBILE C/o Nobile Antonio Via E. Gianturco, 10 75024 Montescaglioso (Matera)

Lucera (FG)

da Lunedì 1 Ottobre

A Lucera sarà possibile firmare per il reddito minimo garantito presso la sede del locale circolo SEL di Lucera in via Zunica 81/83, dal lunedì al venerdì dalle ore 17: 00 alle ore 19:30, sino alla fine di novembre.

Milano

da Sabato 29 Settembre

Per tutti i cittadini residenti nel comune di Milano, sarà possibile recarsi nella sede centrale di Via Larga, pian terreno, o in uno qualsiasi dei consigli di zona, per firmare le nostre proposte di legge.

- unioni civili (una volta per tutti)

- reddito minimo garantito regionale

- reddito minimo garantito nazionale

È sufficiente recarsi negli uffici con un documento di identità per sostenere le proposte di leggi.

 

Ecco gli orari di apertura al pubblico degli Uffici e le sedi dei Settori Zona dove viene svolta l’attività di

autenticazione delle firme:

dalle 9 alle 12 e dalle 14.30 alle 15.30 per i Settori Zona:
Nella sede di via Larga l’orario è continuativo, dalle 8.30 alle 15.30

CENTRALE – Via Larga 12 – piano terra
ZONA 1 – VIA MARCONI 2
ZONA 2 – VIALE ZARA 100
ZONA 3 – VIA SANSOVINO 9
ZONA 4 – VIA OGLIO 18
ZONA 5 – VIALE TIBALDI 41
ZONA 6 – VIALE LEGIONI ROMANE 54
ZONA 7 – PIAZZA STOVANI 3
ZONA 8 – VIA QUARENGHI 21

Terni, mercoledì e sabato

da Sabato 29 Settembre
A Terni è possibile firmare per il reddito minimo garantito presso i banchetti che si terranno tutti i  mercoledì dalle 9 alle 12 presso il Foro Boario (mercato settimanale) e tutti i sabato dalle 16 alle 19 a Largo Villa Glori. Sarà inoltre possibile firmare c/o la Segreteria Generale del Comune.

Bassano del Grappa

da Sabato 29 Settembre

A Bassano del Grappa è possibile firmare per il reddito minimo garantito tutti i giorni in orari di ufficio presso l’ufficio elettorale del comune in via Verci.

Cassino (FR)

da Venerdì 21 Settembre

Tutti i mercoledì e le domeniche è possibile firmare per il reddito minimo garantito presso il banchetto in Corso della Repubblica

Casavatore NA

da Martedì 18 Settembre

E’ possibile firmare per il reddito minimo garantito tutti i giorni presso il Comune di Casavatore (NA) all’ufficio staff dalle ore 9.00 alle ore 12.00.

Noto (SR)

da Martedì 18 Settembre

E’ possibile firmare presso la U.R.P. del comune di Noto , provincia di Siracusa, in Piazza Municipio in orario d’ufficio con documento di riconoscimento valido.

 

Roma

da Lunedì 17 Settembre

E’ possibile firmare tutti i giorni per il reddito minimo garantito presso la sede nazionale di SEL in via Goito 39 – Roma

Casoria, punto fisso

da Martedì 11 Settembre

A Casoria (Na) da oggi 11 settembre possibile firmare presso l’ufficio elettorale di Via Marco Rocco nell’orario d’ufficio.

Savona, punto fisso raccolta firme

da Martedì 4 Settembre

Tutti i giorni sarà possibile firmare per il reddito minimo presso l’ufficio elettorale del comune di Savona.

Recanati, punto fisso di raccolta firme

da Martedì 4 Settembre

Si firma tutti i giorni a Recanati c/o ufficio elettorale del Comune in Piazza Leopardi o ai tavoli SEL.Promosso da Sinistra Ecologia e Libertà Recanati.

Verona punto fisso di raccolta firme

da Giovedì 2 Agosto

Tutti i giorni a Verona si terrà il banchetto per la raccolta di firme sul reddito minimo garantito in via Oberdan 14, presso le sede di SEL, dalle ore 17,00 alle ore 19.45

Porto San Giorgio – Fermo, punto fisso di raccolta firme

da Venerdì 20 Luglio

E’ possibile firmare anche al comune di Porto San Giorgio (FM), sportello U.R.P.

La Spezia, punto fisso raccolta firme

da Venerdì 13 Luglio

Associazione culturale ARCI Origami situata in Via A. Manzoni 39/41 a La Spezia raccoglie ogni giorno le firme

Fermo, punto fisso di raccolta firme

da Giovedì 12 Luglio

Presso il Comune di Fermo (SPORTELLO U.R.P.) si può firmare per la pdl sul reddito minimo.

Prato, punto fisso raccolta firme

da Mercoledì 11 Luglio

Al cinema Terminale in via carbonaia 31 a Prato, Libertà è Partecipazione raccoglie firme ogni giorno

Le adesioni sono in corso e continue. Per aderire alla campagna si prega di inviare un’email a redditominimogarantito@sxmail.it

Associazioni, Reti, Movimenti

Tilt
European Alternatives – Italia
Bin Italia
Emmaus
Popolo Viola
Rete San Precario Milano
Diversamente Occupate
ASud
Collettivo PrecariaMente
Leoncavallo Spazio Pubblico Autogestito
Associazione Da Sud
Associazione Atdal Over 40
Comitato Reddito Minimo Garantito Basilicata
CPU (Coordinamento Precari Università)
Alp – Libertà è partecipazione
Progetto diritti
Gruppo d’inchiesta sulla precarietà e il comune in Calabria
Movimento culturale Sardegna Virtuosa
Cilap EAPN (Europan Anti Povery Network)
Altramente
Fabbrica di Nichi Sondrio
Fabbrica di Nichi Fermo
Movimento culturale Sardegna Virtuosa
Movimento per l’introduzione del reddito di cittadinanza
Fabbrica di Nichi Ferrara
In Comune Uguaglianza – Palagianello (TA)
Laboratorio Politiche Pubbliche
Quaderni Europei sul Nuovo Welfare
Cooperativa Culturale Jesina
Ass. Antigone
Movimento dei Movimenti di Torino
Comitato per l’istituzione del reddito minimo garantito in Liguria
Associazione Culturale “Magazzino dei semi”, Roma
Amici del Garbo-Laboratorio di idee
Casa della Sinistra e degli Ecologisti Val di Non
blog *immateriali resistenti*
Fabbrica di Nichi Rimini
Neurogreen
CLAC – Centro Laboratorio Arti Contemporanee / Re Federico Coworking
Rete degli studenti medi BAT
Fabbrica di Nichi Siziano
furia dei cervelli – network di intelligenze furiose
Resistenza Continua
X Gioia APS Onlus
Arci Barletta
SO.HA – GiovaniCittadiniAttivi Pescara
Aria Precaria
Sveglia Serramanna
Radio Vostok
Hop Frog ::: libera associazione
Arci Origami
Associazione culturale ‘Rosa Bianca’
Ass. Sinistra per Barletta
Redazione Fuori Binario – Firenze
Circolo “Il rinnovamento” – Catanzaro
Ass. Makumba – Napoli
Ass. “Senza Periferie” – Salerno
Ass. Isola Etica
Ass. Culturale “Senzariserve”
Occupy Wall Street Beppe Grillo Meetup – Roma
I Grilli Napoletani – Meetup Napoli 2
Ora, adesso è presto
Popolo Viola Friuli Venezia Giulia
Blog indipendente “Italian Spring Lab
Fabbrica di Nichi di Milano
AssoANGELINA
Ass. culturale Asiter
Centro Carotti Bassano del Grappa
Rete Artisti Italia
L’Alternativa – San Paolo d’Argon
Ass. Generazione Sinistra
Ass. Culturale degli Scettici di Poggiomarino
A.S.D. Mizuno Kokoro di Poggiomarino
Associazione socio-culturale e sportiva “Romania”-Lombardia
Ass. Culturale Contro la crisi
Movimento Chivasso Bene Comune
Il Baco Resistente
UIL Vigili del Fuoco Friuli Venezia Giulia
Ass. PadovaDonne
C’è un’Alghero migliore
Comitato Reddito Minimo Garantito Napoli Nord
Comitato RMG Savona (Tilt, Arci, IdV, PRC, Sel, PDCI, FIGC, GC)
La redazione di Umbrialeft.it
Comitato Reddito Minimo Garantito di Terni (SEL, IDV, RC e ass.Futura Umanità)
Movimento di lotta per il lavoro USB Casoria
Ass. per i diritti sociali e di cittadinanza
Associazione Centro studi A maiuscola
Associazione IUniScuola
Cooperativa Mag Roma
Blog Over40
MilanoX, free media eretico
“La Fabbrica” di Lucera (FG)
Coordinamento cittadino dei Riformatori Sardi di Iglesias
Movimento Disoccupati e Precari Meridionali-Italiani
Movimento Laboratorio Progressista
Il cantiere sociale
Movimento Federalista Europeo – sezione di Genova
Movimento Progetto Italia
Fabio News
associazione aquilana MISA http://www.pescomaggiore.org
Il lab. Omar Moheissi arci di Guagnano-Villa Baldassarri (le) aderisce http://omarmoheissi.noblogs.org/

FABBRICA DELLA PACE NOBILE
www.gliscomunicati.it
Movimento Nazionale apartitico a sostegno dei Diritti dei cittadini (nel 2009) www.noinazione.it
forum giovanile regionale del Molise
Cineclub Canudo, Oltre la Fabbrica,
Alp Over40 Sito www.overquarantapiemonte.it E-mail info@overquarantapiemonte.it

Giovani per la Calabria

Lucaniaworld Association for Individuality

Associazione culturale 90100 Palermo

Associazione Terra e libertà provincia di Avellino

Rete mercatini Rom – Roma

Sportello interculturale solidale “Lucio Conte”

Partiti, istituzioni, sindacati

Sinistra Ecologia Libertà
Giovani Comunisti
Fgci
Unaltracittà lista di cittadinanza – Firenze
Nidil CGIL Brescia
Pdci
Partito della Rifondazione Comunista
Pse-Cosenza
Italia dei Valori Trieste
NIdiL CGIL Alto Adige
Nuovo Partito D’Azione
PRC Roma
Sinistra Ecologia Libertà Andria
REaD’ – Forum Formazione per le politiche giovanili di SEL Lazio
Sinistra Ecologia Libertà Scorza
Forum Donne PRC
Sel di Castelnuovo Rangone
Sinistra Ecologia Libertà Ferrara
Circolo di Sinistra Ecologia e Libertà di Silvi (TE)
Rifondazione comunista Salerno
Sinistra Ecologia e Libertà Teramo
Rifondazione Comunista Abruzzo
Sinistra Ecologia Libertà Abruzzo
Sinistra Ecologia Libertà Macerata
Sinistra Ecologia Libertà Pescara
Circolo “Anita” di Sinistra Ecologia e Libertà di Ruvo di Puglia
Circolo SEL Caltagirone
Ecologisti e Reti Civiche – Verdi europei di Ferrara
Sinistra Ecologia Libertà Prov. Potenza
SEL Nuoro
Giovani Comunisti Arezzo
Federazione SEL Salento
Circolo SelZ Sassari
SEL Cagliari circolo Sergio Atzeni
PdCI – sezione di Luzzi (Cosenza)
SEL Capitanata
Federazione provinciale di SEL Reggio Calabria
Federazione provinciale Prc Potenza
Circolo SEL Lastra a Signa “Vittoria Giunti”
PRC Campania
Circolo SEL Scampia Antonio Moccia
Circolo SEL Mira (Ve)
Federazione provinciale SEL Rieti
Forum Saperi Federazione della Sinistra
SEL sez. G. Salvemini di Poggiomarino
Circolo Centro Storico Partito della Rifondazione Comunista Isernia
SEL Roma Area Metropolitana
Partito della Rifondazione Comunista del Molise
Prc del binaschino(MI)
circolo SEL “Palombella Rossa” di Trapani
Rifondazione Comunista-FdS di Basilicata
Federazione del Prc di Perugia
Giovani Democratici (Carinaro)
SEL Genova
SEL Latina
Circolo SEL di Canicattini Bagni (SR)
Rete Giovani SEL – Fed. Teramo
Alza la voce – Giovani SEL Pineto
Circolo SEL Pineto “I cento passi”
Circolo di SEL di Polignano a Mare
Unione Sindacale di Base (USB), sede provinciale di Lucera (FG)
Il circolo Sinistra Ecologia Libertà di Napoli centro
Sinistra Ecologia e Libertà Bisceglie, la Federazione Giovanile Comunisti Italiani Bisceglie, il Partito dei Comunisti Italiani Bisceglie, il Partito Democratico Bisceglie ed il Partito Socialista Italiano Bisceglie
Partito Democratico genovese che dai Giovani Democratici di Genova e liguri

Rifondazione Comunista “Peppino Impastato” di Caltagirone

Aderiscono anche:

Piero Bevilacqua, storico
Luigi Ferrajoli, Filosofo del diritto
Virgilio Dastoli, Presidente CIME
Stefano Giubboni, Docente Diritto del Lavoro Università di Perugia
Massimo Zedda, Sindaco di Cagliari
Mauro Palma, Vice Presidente European Council for Penological Cooperatio (Consiglio d’Europa)
Guglielmo Chiodi, Professore di Economia Politica Università La Sapienza Roma
Domenico Gallo, Magistrato Consigliere di Cassazione Roma
Luigi Pannarale, Professore Sociologia del Diritto Università A.Moro Bari
Giovanni Orlandini, Docente Diritto del Lavoro Università di Siena
Eleonora Falci, Giornalista
Giovanni Perazzoli, Storico della Filosofia
Simone Pietrangeli, Sindaco di Rieti
Elisabetta Piccolotti, Assessore alla Cultura Foligno
Paolo Perenzin, sindaco di Feltre
Andrea Castricini, Assessore ai Lavori Pubblici Grottaferrata
Donata Gottardi, Docente Diritto del Lavoro Università di Verona già Europarlamentare nel gruppo socialista
Giorgio Fontana, Professore Diritto del lavoro Università “Mediterranea” Reggio Calabria
Eugenio Zaniboni, Docente Diritto internazionale del lavoro Università di Foggia
Maria Rosaria Marella, Università di Perugia
Federica Giardini, docente di filosofia politica, Università di Roma Tre
Emanuele Toscano, Ricercatore Sapienza Università di Roma
Astrid D’eredità, archeologa
Carmine Doronzo, Consigliere Comunale Barletta
Francesca Balzani, Europarlamentare Partito Democratico
Mauro Romanelli, consigliere regionale Toscana
Sergio Cofferati, Europarlamentare Partito Democratico
Nicola Vallinoto, direzione nazionale del Movimento Federalista Europeo
Tommaso Grassi, consigliere comunale Firenze
Aldo Sartori, già Senatore della Repubblica
Stefano Vinti, assessore regionale Umbria
Federica Maineri, Assessora Provincia di Lucca
Filippo Cannizzo, Direttore Istituto Culturale E. Castelli
Carlo Catarsi, professore Dipartimento di “Scienze Politiche e Sociali” Univ. di Firenze
Brando Benifei, Vicepresidente ECOSY (European community organisation of socialist youth- Organizzazione giovanile del PSE e del gruppo parlamentare europeo S&D)

Stefano Rodotà

Alberto Lucarelli

Materiali per la comunicazione

  Volantino A4 “reddito minimo X tutte e tutti”
Logo “reddito minimo X tutte e tutti” (a colori)
Logo “reddito minimo X tutte e tutti” (monocromatico)
Logo “reddito minimo X tutte e tutti” (fondo scuro)

Materiali per la raccolta delle firme

  Modulo raccolta delle firme (da stampare in A3 fronte/retro)
  Nota per gli elettori iscritti all’AIRE
  Breve vademecum
  Manuale operativo per la raccolta delle firme
  Modulo richiesta di certificati elettorali
  Lettera richiesta di certificati elettorali
  Comunicazione di disponibilità alla autenticazione
  Richiesta di incarico alla autenticazione
  Normativa di riferimento

Documenti


Libro su modelli europei
(allegati con le schede paese per paese)

Video “reinventare il welfare Belgio e Olanda” (Interviste complete)

Comitato Promotore
Reddito Minimo Garantito

via Gentile da Mogliano 170
00176 Roma

Tel.: 06/45437576
redditominimogarantito@sxmail.it

Proposta di legge di iniziativa popolare per l’istituzione del Reddito Minimo Garantito

Art. 1.
(Istituzione del reddito minimo garantito)

1. Al fine di dare attuazione al diritto fondamentale sancito dall’articolo 34 della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea e ai principi di cui agli articoli 2, 3, 4 e 38 della Costituzione è istituito il reddito minimo garantito.

2. Il reddito minimo garantito ha lo scopo di contrastare la marginalità, garantire la dignità della persona e favorire la cittadinanza, attraverso l’inclusione sociale  per gli inoccupati, i disoccupati e i lavoratori precariamente occupati, quale misura di contrasto alla disuguaglianza e all’esclusione sociale nonché quale strumento di rafforzamento delle politiche finalizzate al sostegno economico, all’inserimento sociale dei soggetti maggiormente esposti al rischio di marginalità nella società e nel mercato del lavoro.

3. Le prestazioni del reddito minimo garantito costituiscono livelli essenziali concernenti i diritti sociali che devono essere garantiti su tutto il territorio nazionale, ai sensi dell’art. 117, comma 2, lettera m) della Costituzione.

4. Entro centottanta giorni dall’entrata in vigore della presente legge è emanato un regolamento d’attuazione ai sensi dell’art. 17, comma 1, della legge 23 agosto 1988, n. 400, su proposta del Presidente del Consiglio dei Ministri.

Art. 2.
(Definizioni)

1. Ai fini di cui alla presente legge si intende per:

a) «reddito minimo garantito»: quell’insieme di forme reddituali dirette ed indirette che mirano ad assicurare un’esistenza libera e dignitosa; le forme reddituali dirette consistono nell’erogazione di somme di denaro, quelle indirette nell’erogazione di beni e servizi in forma gratuita o agevolata da parte di Stato, Enti territoriali, enti pubblici e privati convenzionati;
b) «centri per l’impiego»: le strutture previste dal decreto legislativo 23 dicembre 1997, n. 469;
c) «nucleo familiare»: l’insieme delle persone che dividono una medesima abitazione che, indipendentemente dalla composizione anagrafica, formano una relazione di coniugio o del tipo genitore-figlio;
d) «lavoratori autonomi»: i lavoratori che prestano attività lavorativa senza vincoli di subordinazione e che sono titolari di partita IVA;
e) «lavoratori a tempo parziale»: i lavoratori che prestano attività di lavoro subordinato con un orario di lavoro inferiore a quello normale individuato all’articolo  13,  comma  1,  della  legge  24 giugno 1997, n. 196, e successive  modificazioni, o l’eventuale minor orario normale fissato dai contratti collettivi.

Art. 3.
(Reddito minimo garantito)

1. Il reddito minimo garantito, quanto alla forma reddituale diretta, consiste nella erogazione di un beneficio individuale in denaro pari a 7200 euro l’anno, da corrispondere in importi mensili di 600 euro ciascuno, rivalutate annualmente sulla base degli indici sul costo della vita elaborati dall’Istituto nazionale di statistica (ISTAT).

2. La persona ammessa a beneficiare del reddito minimo garantito riceve altresì un contributo parziale o integrale per fronteggiare le spese impreviste, secondo i criteri e le modalità stabilite dal regolamento d’attuazione di cui all’articolo 1, comma 4.

3. Le somme di cui al comma 1 sono ricalcolate secondo i coefficienti di cui all’allegato A, in ragione del numero dei componenti del nucleo familiare a carico del beneficiario.

4. L’erogazione in denaro del reddito minimo garantito, per ogni nucleo familiare, è pari alla somma di cui al comma 1, maggiorata secondo i coefficienti di cui all’allegato A. Il regolamento d’attuazione di cui all’articolo 1, comma 4 disciplina le modalità di erogazione in presenza di minorenni o di più aventi diritto all’interno del nucleo familiare, assicurando il principio di pari trattamento tra i coniugi e tra tutti gli aventi diritto.

5. Le prestazioni di cui al comma 1 non sono cumulabili dai soggetti beneficiari con altri trattamenti di sostegno al reddito di natura previdenziale, ivi compresi i trattamenti di cassa integrazione, nonché con gli altri trattamenti assistenziali erogati dallo Stato indicati dell’elenco di cui all’allegato B.

6. Le prestazioni previste dal comma 1 sono personali e non sono cedibili né trasmissibili a terzi.

7. Le funzioni amministrative di cui alla presente legge, tenuto conto dei criteri di sussidiarietà, differenziazione e adeguatezza, sono attribuite ai centri per l’impiego. La domanda di reddito minimo garantito va presentata al centro per l’impiego del luogo di residenza del richiedente. Il centro per l’impiego acquisisce la documentazione necessaria e provvede nel termine di dieci giorni. In caso di mancata risposta la domanda si intende accolta, fatta salva la facoltà di revoca del beneficio in caso di adozione tardiva del provvedimento di reiezione della domanda. Il regolamento d’attuazione di cui all’articolo 1, comma 4 disciplina le modalità di presentazione, anche telematica, delle domande e stabilisce gli ulteriori compiti dei centri per l’impiego.

Art. 4.
(Soggetti beneficiari e requisiti)

1. Sono beneficiari del reddito minimo garantito coloro che, al momento della presentazione dell’istanza per l’accesso alle prestazioni di cui all’articolo 3, siano in possesso dei seguenti requisiti:

a) residenza sul territorio nazionale da almeno ventiquattro mesi;
b) iscrizione alle liste di collocamento dei centri per l’impiego, salvo che si tratti di lavoratori autonomi, di lavoratori a tempo parziale, oppure di lavoratori che hanno subito la sospensione della retribuzione nei casi di aspettativa non retribuita per gravi e documentate ragioni familiari ai sensi dell’articolo 4 della legge 8 marzo 2000, n. 53;
c) reddito personale imponibile non superiore ad 8 mila euro nell’anno precedente alla presentazione dell’istanza ;
d) reddito del nucleo familiare in cui il soggetto richiedente è inserito non superiore all’ammontare stabilito dal regolamento d’attuazione di cui all’articolo 1, comma 4. Il regolamento opera un ragionevole bilanciamento tra il carattere individuale dell’attribuzione e criteri di equità e solidarietà sociale;
e) non aver maturato i requisiti per il trattamento pensionistico;
f) non essere in possesso a livello individuale di un patrimonio mobiliare o immobiliare superiore a quanto stabilito dal regolamento di attuazione di cui all’articolo 1, comma 4. Il regolamento assicura che nella determinazione della soglia patrimoniale oltre la quale si perde il diritto al reddito minimo garantito non si tenga conto della titolarità della casa di prima abitazione, né degli altri beni mobili e immobili necessari alla soddisfazione dei bisogni primari della persona, come indicati dall’art. 5, comma 2.

Art. 5.
(Compiti delle regioni e degli enti locali)

1. In sede di Conferenza unificata di cui all’articolo 8 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, e successive modificazioni, sono definite, entro novanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, le linee guida per il riconoscimento e l’erogazione di prestazioni di reddito minimo garantito nelle forme dirette e indirette, ulteriori e aggiuntive rispetto a quanto previsto dall’art. 3.

2. Le linee di guida di cui al comma 1 stabiliscono le modalità con cui:
a) garantire la circolazione gratuita, previo accordo con gli enti e con i soggetti privati interessati, sulle linee di trasporto pubblico locale e regionale su gomma, rotaia e metropolitane;
b) favorire la fruizione di attività e servizi di carattere culturale, ricreativo o sportivo;
c) contribuire al pagamento delle forniture di pubblici servizi;
d) garantire la gratuità dei libri di testo scolastici;
e) erogare contributi per ridurre l’incidenza del costo dell’affitto sul reddito percepito nei confronti dei soggetti beneficiari di cui all’articolo 4, titolari di contratto di locazione;
f) garantire la gratuità delle prestazioni sanitarie;
g) erogare somme in denaro aggiuntive rispetto a quelle di cui all’articolo 3, tenuto conto delle particolari esigenze di protezione e sostegno nei differenti contesti territoriali.

3. Le regioni che intendono partecipare al raggiungimento degli obiettivi definiti nelle linee guida di cui al comma 1, di concerto con i comuni e gli enti locali, stabiliscono un piano d’azione annuale e un piano d’azione triennale, nel quale definiscono la platea dei beneficiari e il contenuto dei diritti da garantire che eccedono i livelli essenziali di cui all’articolo 3.

Art. 6
(Durata del beneficio e obblighi del beneficiario)

1. Il provvedimento di concessione del reddito minimo garantito ha una durata di dodici mesi. Alla scadenza del periodo indicato il beneficiario che intenda continuare a percepire il reddito minimo garantito è tenuto a ripresentare la domanda al centro per l’impiego competente con le modalità stabilite dal regolamento d’attuazione di cui all’articolo 1, comma 4.

2. Il beneficiario è tenuto a comunicare tempestivamente al centro per l’impiego, con le modalità stabilite dal regolamento d’attuazione di cui all’articolo 1, comma 4, ogni variazione della propria situazione reddituale, lavorativa, familiare o patrimoniale rilevante ai fini dell’erogazione del reddito minimo garantito.

Art. 7
(Sospensione, esclusione e decadenza dalle prestazioni)

1. Nel caso in cui uno dei beneficiari di cui all’articolo 4, comma 1, all’atto della presentazione dell’istanza o nelle successive sue integrazioni, dichiari il falso in ordine anche ad uno solo dei requisiti previsti, l’erogazione delle prestazioni di cui all’articolo 3 è sospesa e il beneficiario medesimo è tenuto alla restituzione di quanto indebitamente percepito ed è escluso dalla possibilità di richiedere l’erogazione di tali prestazioni, pur ricorrendone i presupposti, per un periodo doppio di quello nel quale ne abbia indebitamente beneficiato.

2. Il beneficiario decade dal reddito minimo garantito al compimento dell’età di 65 anni ovvero al raggiungimento dell’età pensionabile.

3. La decadenza dalle prestazioni di cui all’articolo 3 opera nel caso in cui il beneficiario venga assunto con un contratto di lavoro subordinato o parasubordinato, ovvero nel caso in cui lo stesso svolga un’attività lavorativa di natura autonoma, ed in tutti i casi, qualora percepisca un reddito imponibile superiore alla soglia di cui all’articolo 4, comma 1, lettera c).

4. La decadenza opera altresì nel caso in cui il beneficiario rifiuti una proposta di impiego offerta dal centro per l’impiego territorialmente competente.

5. Non opera la decadenza di cui al comma 4 nella ipotesi di non congruità della proposta di impiego, ove la stessa non tenga conto del salario precedentemente percepito dal soggetto interessato, della professionalità acquisita, della formazione ricevuta e del riconoscimento delle competenze formali e informali in suo possesso certificate dal centro per l’impiego territorialmente competente attraverso l’erogazione di un bilancio di competenze.

6. In caso di rifiuto, di sospensione o di decadenza dalle prestazioni di cui all’articolo 3 i centri per l’impiego rendono un provvedimento motivato da notificare all’interessato. Tutte le controversie relative alla presente legge sono esenti da spese.

Art. 8
(Oneri derivanti dal reddito minimo garantito)

1. Il reddito minimo garantito è erogato dall’INPS a seguito di comunicazione del centro per l’impiego competente.

2. A tal fine sono trasferite dal bilancio dello Stato all’INPS le somme necessarie, con conguaglio, alla fine di ogni esercizio, sulla base di specifica rendicontazione.

3. Per il finanziamento del reddito minimo garantito di cui all’articolo 3 è istituito un Fondo presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, in cui confluiscono dotazioni provenienti dalla fiscalità generale.

Art. 9
(Delega al Governo in materia di riordino della spesa assistenziale)

1. Il Governo è delegato, entro il termine di novanta giorni dall’entrata in vigore della presente legge, a riordinare la disciplina delle prestazioni assistenziali erogate dallo Stato di cui all’allegato B, in modo da renderle coerenti con l’istituzione del reddito minimo garantito prevista nella presente legge.

 

Art. 10
(Delega al Governo in materia di ammortizzatori sociali)

1. Il Governo è delegato, entro il termine di novanta giorni dall’entrata in vigore della presente legge, a riformare la disciplina degli ammortizzatori sociali, in modo tale da introdurre un sussidio unico di disoccupazione, esteso a tutte le categorie di lavoratori in stato di disoccupazione, indipendentemente dalla tipologia contrattuale di provenienza e dall’anzianità contributiva e assicurativa.

 

Art. 11
(Delega al Governo in materia di istituzione del salario minimo garantito)

1. Il Governo è delegato, entro il termine di novanta giorni dall’entrata in vigore della presente legge, a stabilire le modalità di determinazione del compenso orario minimo applicabile a tutti i rapporti aventi ad oggetto una prestazione lavorativa, inclusi quelli di natura parasubordinata e quelli con contenuto formativo.

2. Il salario base dei lavoratori dipendenti e parasubordinati non può essere determinato in misura tale che il reddito del lavoratore risulti inferiore a quello che risulterebbe dall’applicazione del compenso orario minimo di cui al comma 1.

 

ALLEGATO A – Coefficienti di maggiorazione dl reddito minimo garantito in ragione del numero di familiari a carico.

Numero di componenti Coefficiente Beneficio erogato
1 1 600
2 1,66 1000
3 2,22 1330
4 2,72 1630
5 3,16 1900

 

ALLEGATO B – Prestazioni assistenziali erogate dallo Stato oggetto di riordino.

Denominazione della misura Riferimento legislativo
Assegno sociale Legge 335/95
Pensione sociale Art. 26, legge 153/69
Assegno ai nuclei familiari numerosi Art. 65 legge 488/1998
Assegno di maternità di base Art. 74 del D.Lgs. 151/2001
Pensione di inabilità Legge 118/1971
Indennità di frequenza Legge 118/1971
Assegno di invalidità Legge 118/1971
Pensione per i ciechi Legge 66/1962
Pensione ai sordi Legge 381/1971
Social card minori Decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112 convertito con modificazioni nella legge 133/2008
Social card anziani Decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112 convertito con modificazioni nella legge 133/2008

 

 

 

 

 

 

 

 

Proposta di legge di iniziativa popolare per l'istituzione del Reddito Minimo Garantito
Iniziativa annunciata nella Gazzetta Ufficiale del 8 Giugno 2012 n. 132